Prenota

DATA DI ARRIVO
NOTTI
CAMERE
ADULTI
BAMBINI
COD. CLIENTE
COD. PROMOZIONALE

OSTUNI STAGIONE DI GRANDE TEATRO E MUSICA ACCADE SOLO A TEATRO 2015/2016

Dieci appuntamenti a cavallo tra inverno e primavera, tra musica e teatro.

IL CARTELLONE: Se il jazz incontra la musica d’autore e i successi italiani sono intonati con tromba e pianoforte allora l’operazione ha solo un nome, quello del trio Fabrizio Bosso-Fabio Concato-Julian Oliver Mazzariello. E questo accade al Teatro Roma, l’11 dicembre quando il Comune di Ostuni, con l’organizzazione del Teatro Pubblico Pugliese apre l’anno musicale e teatrale. Spettacoli alle 21.00, la rassegna propone cinque momenti musicali importanti, dal trio succitato che nella città bianca farà suonare note di Sergio Endrigo, Pino Daniele, ma anche Zucchero Fornaciari in un concerto che ripropone appunto grandi successi con voce, Fabio Concato, pianoforte-Mazzariello e tromba, Fabrizio Bosso; collegandosi subito alle altre tre serate, in questa offerta unica sul territorio. Il 5 febbraio ecco Lino Patruno con Hill side jazz band. Uno dei massimi esponenti del jazz Italiano, autore di colonne sonore di teatro e di film. Ha suonato e inciso dischi con alcuni grandi della storia del jazz: Albert Nicholas, Bill Coleman, Joe Venuti, Barney Bigard, Teddy Wilson. Ad Ostuni con il gruppo storico del jazz classico e tradizionale pugliese che si riunisce per l’occasione dopo trent’anni. Stile New Orleans e Dixieland, la band coinvolge e avvolge il pubblico con suoni caldi e dagli echi inconfondibili.

Nada e Fausto Mesolella, terzo incontro, con la “musica leggera da camera”. Mesolella, chitarrista degli Avion Travel l’11 marzo e la voce inconfondibile di Nada. Un concerto che comprende brani come la stralunata “Come faceva freddo” (di Piero Ciampi), la popolare “Ma che freddo fa” grandi successi come “Il cuore è uno zingaro” “Amore disperato” “Ti stringerò” e classici della tradizione popolare come “Maremma” fino ad oggi (Guardami negli occhi, Luna in Piena) in cui oltre ad essere interprete Nada è anche autrice dei brani.

In primavera, 4 aprile e 22 maggio, due stelle del panorama musicale internazionale. Dee Dee Bridgewater e Richard Galliano insieme all’ostunese Vince Abbracciante. Dalla voce vincitrice di Grammy e Tony Award, a un gigante della fisarmonica ritenuto erede di Astor Piazzolla, ad Ostuni due concerti che faranno la storia. Dee Dee Bridgewater insieme ad una big band e questo duo musicale con Galliano che sarà accompagnato, per un concerto che si preannuncia memorabile, dal giovane fisarmonicista pugliese, considerato tra i migliori talenti dello strumento in circolazione che vanta una carriera già ricca di successi e collaborazioni prestigiose sia in ambito jazz che pop.

Anche cinque sono le tappe teatrali al Roma, con una selezione originale degli spettacoli, unica tra i centri limitrofi. Da Ettore Bassi (originario della Puglia) che interpreta Antonio Vassallo (18 dicembre). Un eroe popolare, era noto come “il sindaco pescatore”, per il suo passato di pescatore, appunto, e per l’amore per il mare e la terra, che nella sua attività di amministratore lo aveva sempre guidato.

Il 29 gennaio arriva anche il Mago Forest, alias Michele Foresta, nello spettacolo “Motel Forest-magie, follie e peripezie di un mancato portiere di notte”. Clima da cabaret, il titolare e padrone di casa di questo hotel è guardacaso un surreale mago che durante il galà organizzato per la sua selezionata clientela, userà la sua proverbiale abilità per affrontare i molteplici aspetti dell’esistenza.

A febbraio, il 15, si torna ai testi impegnati e ad una delle attrici italiane più intense e amate dal pubblico. Lina Sastri sarà “la lupa”, di Giovanni Verga, con le musiche arrangiate da Franco Battiato. La lupa è oggi, fuori dalla Sicilia di Verga, una figura struggente, una donna e il suo finale tragico in un contesto antico ma spesso ancora contemporaneo.

Chiuderà il cartellone 2015_16 un’opera divertente e acclamata. In scena un volto noto del cinema, anche questa come la Sastri direttamente da Napoli: Biagio Izzo ne L’amico del cuore, una commedia di e per la regia di Vincenzo Salemme. Con altri cinque attori in scena è una commedia sui rapporti umani, tra ipocrisie e rivalse, un uomo malato, un amico del cuore, un duello tra vincenti e perdenti, tra cosa sarebbe giusto e cosa sbagliato, sulla parabola della vita che spesso colpisce i più deboli ma che prima o poi consegna il prezzo a chi pensava di cavarsela.

OSTUNI STAGIONE DI GRANDE TEATRO E MUSICA